Da Information ad Innovation. CIO is the new CIO

20/04/2018
UX/UI Specialist & Software Architect & SEO/SEM Specialist

Nell’era digitale, delle rivoluzioni tecnologiche e dei business innovativi, sono molte le possibilità che le imprese hanno per migliorarsi, progredire, o più semplicemente restare al passo con i tempi.

Coloro che “hanno sempre fatto così” a causa della cronica paura del cambiamento che talvolta prende il sopravvento perdono l’occasione non solo di avvantaggiarsi rispetto ai competitors, ma anche di capire da che parte stia realmente andando il mondo.


Immaginiamo di non seguire nessun canale di informazione, telegiornale o quotidiano che sia, di non andare mai al cinema, di non entrare mai in un negozio di abbigliamento, di non uscire mai con gli amici.

Si può certamente sopravvivere lo stesso, ma quante opportunità e stimoli ci stiamo perdendo? Appunto sopravviviamo.

7 anni in Tibet magari possono essere utili per ritrovare sè stessi, ma lo sarebbero ugualmente per una azienda?


L’analfabetismo digitale, la non consapevolezza tecnologica, non sono certamente malattie relegabili al settore IT, vanno considerati tutti i reparti di un’impresa.


Il progresso si progetta con le persone.


Budget e tecnici sono sì importanti, a loro tutte le complessità della fase esecutiva, ma non sono gli unici attori, non devono esserlo.


Sono sicuramente avvantaggiate le imprese che al contrario comprendono l'importanza dell'innovazione tecnologica - ormai un must have e non più un nice to have - e comprendono il fondamentale apporto che la progettazione può dare ad un processo di questo calibro.


Nelle organizzazioni più strutturate la funzione del IT Manager o del Chief Information Officer oggi non è più la stessa di 20 anni fa. Non deve esserlo. Servono figure lungimiranti, proattive, favorevoli all’ottimizzazione di tempi e metodi, con elevate capacità relazionali, di leadership e di business awareness. Scaldare la sedia non può più essere una skill: deve diventare motivo di revisione dell’organigramma interno.