Aiutiamo il pianeta

Aiutiamo il pianeta

Graphic Designer

Basta fare attenzione per essere più green

Settimana scorsa c’è stato l’Earth day, la più grande manifestazione ambientale del pianeta. Un giorno, il 22 aprile, in cui tutti i cittadini del mondo si uniscono per celebrarne la salvaguardia. Alcuni si attivano marciando e rendendo noti valori universali di tutela e di cura della Terra, altri fanno giardinaggio o piantano un nuovo albero. Diciamo che ognuno a suo modo, compie un’azione a favore della giornata. Ed è tutto molto bello, fino a quando scoccano le 24h e tutto si esaurisce con un “passato il Santo, finita la festa”. Ovviamente non può e non dev’essere così, perché nella nostra vita di tutti i giorni possiamo contribuire anche solo con piccoli gesti ad aiutare l’ambiente, per essere tutti un po’ più green.


Come avere il minor impatto possibile sull’ecosistema?

Un piccolo vademecum per tutti:

1. Chiudere l’acqua mentre ci si lava i denti

2. Prediligere mezzi di spostamento come la bicicletta al posto dell’auto

3. Usare la borraccia invece della bottiglia di plastica monouso

4. Fare la spesa a chilometro zero

5. Acquistare vintage e non fast fashion

6. Non sprecare frutta e verdura

7. Installare riduttori di flusso nei rubinetti

8. Spegnere i dispositivi in standby

9. Utilizzare detersivi ecologici

10. Usare alternative ecologiche alla pellicola in PVC

11. Scegliere prodotti di bellezza ecosostenibili

12. Installare lampadine a LED in casa

13. Purificare l’aria di casa con le piante

14. Limitare il consumo di carne

15. Riparare le cose rotte anziché sostituirle

16. Passare allo smart working

17. Viaggiare in maniera ecosostenibile

18. Scegliere etichette energetiche degli elettrodomestici virtuose

19. Ridurre la temperatura di casa

20. Fare l’orto sul balcone

(Fonte Grazia.it)


Questi sono 20 consigli su come essere green e aiutare il nostro pianeta, vi invito a leggere l’articolo completo per approfondire le singole voci (https://www.grazia.it/stile-di-vita/tendenze-lifestyle/come-vivere-green).


Essere green come filosofia di vita 

Ovviamente non vi sto chiedendo di rivoluzionare la vostra vita dall’oggi al domani, ma di rendervi consapevoli del fatto che viviamo in un pianeta dove la maggior parte delle risorse sono finite e dove ognuno, nel suo piccolo, si deve dare da fare per donare alle generazioni presenti e future una Terra più abitabile. 

Non sto parlando di fare solo la raccolta differenziata dei rifiuti (cosa che andrebbe sempre e comunque fatta) e di seguire tutti i consigli sopra citati, ma di vivere come consumatori consapevoli. Ogni volta che facciamo un acquisto in un supermercato, in un negozio o su uno shop online dovremmo sempre informarci se i prodotti e i brand che intendiamo comprare abbiano certificazioni per la sostenibilità ambientale e/o utilizzino packaging riciclabili, biodegradabili oppure riutilizzabili.


Aziende sostenibili

Aumentando il numero dei consumatori consapevoli che si affiderà a brand certificati si creerà una catena che porterà sempre più aziende a diventare sostenibili e quindi a tener conto dell’impatto sociale, economico e ambientale delle proprie attività. Per il prodotto: uno studio approfondito del suo ciclo di vita, con particolare focus sull’utilizzo di materie prime riciclabili, sul tipo di energia utilizzata e sulla produzione di meno rifiuti possibili durante la sua produzione, al tipo di imballaggio e trasporto. Lato sociale: tutelando i diritti dei lavoratori, lo sviluppo sociale, valorizzando i singoli individui. Anche per aziende del settore terziario è possibile essere sostenibili prestando attenzione all'energia elettrica, al riscaldamento e ai trasporti.

Concludo lasciandovi un bellissimo spot di IKEA, che è sempre attenta a promuovere iniziative a favore del clima, sviluppando soluzioni più green e prodotti sostenibili.