United we stand, divided we fall

20/03/2020
Socio Dirigente

Quinto assioma


“Quando parliamo di crisi ci riferiamo ad una serie di situazioni molto diverse fra loro, che hanno però degli aspetti in comune: un’enorme pressione sia sul lato emotivo che sul fronte temporale. Sul lato emotivo, perché si tratta di situazioni che possono mettere a repentaglio la sopravvivenza dell’organizzazione, la sua reputazione […] Sul fronte temporale, perché comportano un’accelerazione improvvisa degli eventi, che richiede decisioni e azioni in tempi che sono inusuali.”

Luigi Norsa (Norsa 2009, p. 23)


Oggi dobbiamo ricordarci che non sono le aziende ad essere in crisi ma il Paese perché il sistema Sanitario è in difficoltà a causa di un’emergenza a cui non eravamo pronti. Il resto, compreso il contesto amplificatore di toni esasperanti, è una conseguenza che stiamo gestendo insieme perché riguarda tutti. Proprio tutti. 

 

La Scuola di Palo Alto individua due tipologie di relazioni tra individui che interagiscono tra loro. Esse si instaurano a seconda della posizione di leadership assunta durante la conversazione. Gli scambi comunicativi possono essere simmetrici o complementari. Sono simmetrici quando gli interlocutori si considerano sullo stesso piano (di pari livello). Parliamo di scambi complementari, invece, quando gli interlocutori non si considerano sullo stesso piano ed emerge in uno dei due una posizione di superiorità (one-up) e nell’altro una posizione subordinata (one-down). Come tra genitori e figli. Come tra datori di lavoro e dipendenti. Noi, in ASB\COMUNICAZIONE, ci stiamo confrontando in piena trasparenza ogni giorno in modo simmetrico. 


Gli imprenditori con cui spesso mi confronto si vedono coraggiosi perché si prendono la responsabilità di un gruppo di persone mentre l’immagine sociale della popolazione li disegna ancora come il nemico perché collegati al denaro. Lo stesso denaro che viene ri-distribuito alla collettività attraverso il lavoro. 


Sono anni in cui il contesto in cui gli imprenditori operano non sono favorevoli, la situazione che le imprese, la nostra compresa, stanno vivendo da qualche settimana è straordinaria. Da imprenditori non possiamo non preoccuparci, tra le tante responsabilità, delle famiglie collegate alle nostre imprese. 

 

Ho deciso di fare l’imprenditore perché pensavo di essere più brava di altri, motivata, competente e metodica abbastanza da fare la differenza. Con l’età ho scoperto che per essere un bravo imprenditore non bastava essere più motivata, competente e metodica di altri, dovevo voler fare impresa (più che essere un imprenditore). E per fare ASB\COMUNICAZIONE ci volevano professionisti più bravi di altri. Perfino più bravi di me, ciascuno nella sua area. Questi giovani talenti sono ASB\COMUNICAZIONE, noi tutti insieme siamo ASB\COMUNICAZIONE. 


Sono molto orgogliosa di come il team sta affrontando la situazione, riconoscendo lo stato degli eventi come lontano dalla normalità e con un forte impegno da parte di tutti di fare quanto possibile. In primis per tutelare la loro salute e allo stesso tempo per arginare i danni con la consapevolezza che l’azienda è un universo che comprende un insieme di persone. Non è un oggetto, non è altro da noi. L’essenza dell’impresa sono gli esseri umani che ci lavorano. Stiamo affrontando in maniera corale questo momento, ci stiamo supportando gli uni con gli altri. Videocall per riunioni da remoto, riducendo così gli incontri in loco in un’ottica di prevenzione. Il nostro desiderio è di accompagnare il cliente nel suo percorso progettuale supportandolo, se necessario, nei cambiamenti che questo delicato momento porta con sé. 


ASB\COMUNICAZIONE pubblica sui propri canali social una programmazione trainata da un hashtag, #nonsolocoronavirus, che è un excursus laterale su quello che sta accadendo. Video e immagini per un approfondimento sulla realtà che stiamo vivendo tra speranza, ironia e affondi sull’attualità. Positività, innovazione e sviluppo sono le parole chiave. Continueremo a scrivere, continueremo a pubblicare. Desideriamo restare tutti connessi. ASB\COMUNICAZIONE non si ferma, perché #BresciaNonSiFerma.


Il precedente assioma: https://asborsoni.com/it/blog/dove-eravamo-rimasti