La pubblicità su Facebook non funziona?!

15/05/2015
Head of UX/UI & Software Architect

"Non hanno realmente un rapporto social con i clienti, sprecando tempo e denaro" è sicuramente una frase corretta.

Purtroppo lo è perchè, in Italia soprattutto, le aziende appaltano la gestione social ad agenzie che non lo fanno con la passione che richiederebbe questo tipo di attività, ma solo applicando semplici regolette meccaniche.

Facebook, soprattutto, nasce con obiettivi diversi dalla mera pubblicizzazione delle imprese, nasce per relazionarsi principalmente con gli amici, ed in questo è forte. E' difficile per l'impresa vestire i panni dell'amico, ma non impossibile, gli esempi di chi ha colto davvero il concetto ci sono...

Facebook ha oggettivamente fatto scappare molti utenti, profili anche molto diversi fra loro; perchè troppo famoso? Troppe funzioni? Scarsa qualità media dei contenuti? Fatto sta che molti hanno scelto altro, magari anche social di nicchia appunto.


Twitter ed Instagram ad esempio, parlando sempre di consumer, sono molto più ristrette in termini di funzionalità. La ristrettezza a mio avviso diventa un plus in questo caso perchè in un recinto piccolino le scelte non sono tantissime e l'utente medio gradisce, deve pensare meno, è tutto più immediato.


Così anche le aziende dovrebbero capire che plausibilmente otterrebbero maggior ROI nel social network - consumer o business che sia - che il proprio target predilige, evitando di sprecare denaro dove non serve.

In conclusione credo che da un lato Facebook, da solo intendo, non sia in grado generare l'engagement che l'impresa o l'advertiser speri, ma dall'altro credo che in molti casi si potrebbe lavorare molto meglio di così.