Duepuntieacapo

Duepuntieacapo

19/03/2020
Socio Dirigente

Terzo assioma


Il termine “punteggiatura” nel terzo assioma della comunicazione non fa riferimento ai punti e virgola, ma alle diverse possibilità di interpretazione. Le sequenze, invece, rappresentano i diversi momenti in cui ci si dice le cose, ognuno interpreta il proprio comportamento come conseguenza di quello altrui.


Un bravo comunicatore sa quanto è importante ridurre i difetti di comunicazione facendo attenzione a come interagire con gli altri. Porsi un obiettivo chiaro da raggiungere vuol dire prendere in considerazione non solo i contenuti del messaggio, ma anche la forma, consapevole nei limiti del possibile delle caratteristiche dei destinatari, delle sue aspettative, della sua capacità di raccogliere i feedback per gestire il dialogo. È sempre un dialogo. Ognuno di noi osserva, ascolta gli stimoli che ci circondano e li rielabora in modo differente. 


La comunicazione non è solo un mezzo o uno strumento, è una caratteristica psicologica, in continua evoluzione, nell’uomo e tra gli uomini. Non decidiamo se essere comunicatori, lo siamo dalla nascita. È alla base dell’interazione sociale, permette infatti di manifestare le proprie idee. Definisce la personalità e i valori di chi si esprime, descrive le emozioni e i sentimenti delle persone. Le imprese sono comunità dentro le comunità, le imprese solo le persone che ne fanno parte.


Ogni impresa, in teoria, dovrebbe avere un piano di comunicazione di crisi per non affrontarle impreparate senza una strategia. Però le crisi non sono tutte uguali, non è come fare la valigia per un weekend mettendo capi di diversi pesi per rimodulare l’outfit a seconda del tempo. Ogni azienda dovrebbe tenere sempre sotto controllo i mezzi di comunicazione autorevoli, le leggi, gli umori. Ci sono cose che semplicemente accadano, la vera sfida è gestirle proattivamente. Non lasciare nulla al caso. Preparare tempestivamente l’azienda dall’interno prima di tutto perché ci sia coerenza. E poi ci sono cose che evolvono, messaggi dall’alto incoerenti e messaggi virali dalla comunità influenzata e non sempre consapevole della complessità globale, ed ogni giorno tutto va messo in discussione e ribilanciato come sta succedendo nelle ultime settimane. 


Come molte imprese anche ASB\COMUNICAZIONE dall’inizio della pandemia ha comunicato per mantenere la fiducia dei propri clienti che devono sapere di poter contare sul team, oppure semplicemente per condividere alla ricerca di una “normalità” rimandata. E ogni giorno, per noi e per i nostri clienti, ci siamo chiesti cosa era giusto fare. E ogni giorno continueremo a confrontarci e a chiederci quale potrebbe essere la scelta migliore. E a valutare se quella del giorno prima è stata corretta alla luce di nuovi risvolti. Sempre empatici, umani e sinceri con note ironiche perché questo è il nostro DNA.